Stile inglese? Yes, please!

Ogni anno il mondo del design di interni, dell’arredamento e della decorazione vede alternarsi infinite proposte diverse: colori “moda”, tinte da evitare, suggestioni etniche e richiami alla tradizione, materiali innovativi…non sempre è facile districarsi fra tante diverse fonti di ispirazione, soprattutto quando si affronta la progettazione di una nuova casa o la ristrutturazione di uno spazio esistente. Ed è per questo che spesso si cerca di capire quali siano le mode passeggere e quali invece le tendenze che rimarranno nel tempo, quegli elementi di stile che, anche fra qualche anno, non ci avranno stancato, e riusciranno a mantenere intatta la propria eleganza.

La scelta del cosiddetto “stile inglese” rappresenta sicuramente una certezza: non un gusto passeggero ma un vero e proprio stile, che si adatta al proprio tempo e ai gusti del singolo, pur mantenendo sempre una propria identità ed un carattere ben riconoscibile.

Sono numerosi gli elementi stilistici ed i materiali che possiamo adottare per progettare un ambiente in stile inglese: a partire dal pavimento e dal rivestimento, fino ad arrivare all’arredo bagno, la scelta è vastissima.


Pavimenti: un parquet in legno naturale nei toni più caldi e intensi del marrone è l’ideale per definire ambienti confortevoli e accoglienti.


Un’alternativa estremamente pratica è la scelta del gres porcellanato effetto legno, che unisce all’alto livello estetico la facilità di manutenzione

Un’altra possibilità è la scelta del “black and white”: optical, geometrico, floreale… possiamo realizzare questo tipo di ambienti con diversi prodotti, che vanno dal gres porcellanato con superficie super glossy a quello di formato ridotto, con grafiche tradizionali che richiamano le cementine e l’estetica dell’epoca Liberty

Naturalmente anche la scelta dei rivestimenti contribuisce a creare quell’atmosfera ”British” così elegante…in particolare le piastrelle dai bordi smussati con effetto diamantato, anche conosciute con il nome di “metro” proprio per l’utilizzo all’interno delle stazioni del metrò nei primi anni del ‘900, si rivelano una scelta sicura e di grande effetto, sia nel classico bianco che in altre tonalità tipicamente inglesi, quali il verde salvia, il rosso borgogna, il grigio fumo, il blu polveroso.

In alternativa, le piastrelle in gres effetto cementina, sia nella versione colorata che nel più tradizionale bianco e nero, consentono di definire ambienti di grande atmosfera.

In bagno è possibile completare la progettazione degli ambienti in stile inglese adottando sanitari e rubinetteria dal gusto un po' retrò…

…oppure optare per un mobile bagno dalle linee semplici e pulite, in linea con la sobrietà dello stile inglese

Uno stile, non una moda ma

In questi ultimi tempi lo stile inglese, detto anche “English mood”, ha ritrovato grandissima visibilità su riviste e trasmissioni televisive, dimostrando ancora una volta come questo sottile, discreto e intramontabile gusto britannico possa facilmente – e felicemente – accostarsi a mode diverse.


Lo stile inglese, pur avendo una sua “personalità” ben definita e riconoscibile, si rivela una scelta estremamente adattabile a diversi spazi e situazioni: un ambiente decorato con pavimenti e rivestimenti “English mood” può essere completato con arredi e complementi in stili diversi, basta pensare a quanti locali, bar e ristoranti propongono abbinamenti di piastrelle diamantate con elementi di arredo vintage di tendenza, di tradizionali cementine con strutture in cemento grezzo….


o ancora pensiamo alle piastrelle dai tradizionali motivi floreali liberty accostate a cucine modernissime…

questi sono solo alcuni esempi di accostamenti “coraggiosi” che dimostrano come gli elementi stilistici dello “stile inglese” possano essere utilizzati anche in abbinamento ad elementi assolutamente diversi, in modo da ottenere ambienti dall’estetica tanto inattesa quanto gradevole e armoniosa.