Guida ai pavimenti in PVC vinilici

PAVIMENTI IN PVC


Fra i vari tipi di pavimenti disponibili sul mercato negli ultimi anni, oltre alle tradizionali piastrelle e ai parquet e laminati a base legno, si stanno imponendo anche materiali nuovi come il PVC il cui successo è legato soprattutto all’uso in caso di ristrutturazione di un pavimento preesistente che non si vuole o si può demolire per comodità o limiti di budget.

Il PVC è un polimero derivante dalla distillazione del petrolio e del cloruro di sodio che viene usato da tempo per pavimentare le superfici; negli ultimi anni la tecnologia di produzione è molto migliorata e si sono affermate due tipologie principali: quella dei pavimenti autoadesivi e quella dei cosiddetti pavimenti a click o a incastro.

In tutti e due i casi gli avanzamenti tecnologici permettono oggi di produrre materiali che ripropongono molto fedelmente le più diverse superfici, da quelle tradizionali come le finiture lignee, i marmi e le ceramiche a quelle più moderne e al passo con gli ultimi trend come metalli, cementi e resine.

Anche per ciò che concerne i formati i pavimenti in PVC si sono evoluti notevolmente e garantiscono ora una vasta gamma di scelta, dalle canoniche lame tipo parquet a quadrotte e formati più piccoli. In considerazione del nuovo livello estetico e tecnologico raggiunto dai pavimenti in PVC è stato coniato un nuovo nome per questa categoria di prodotti: LVT, ovvero Luxury Vinyl Tiles.

PAVIMENTI IN PVC ADESIVO: CARATTERISTICHE E I VANTAGGI


La prima caratteristica che balza all’occhio guardando un pavimento in PVC adesivo è il suo spessore di soli 2 mm o meno che ne fa la soluzione principe tutte le volte che si debba rinnovare un pavimento usurato e non si vogliano operare interventi di taglio degli infissi; in aggiunta a ciò la presenza della striscia adesiva sul retro del prodotto fa sì che la sua messa in opera sia tanto semplice da poter essere effettuata come fai date semplicemente con una minima capacità manuale.

A prima vista una tale riduzione dello spessore potrebbe essere sinonimo di debolezza e scarsa resistenza del prodotto: la realtà dei fatti è esattamente l’opposto visto che questo tipo di pavimenti non solo è straordinariamente resistente all’usura ma essendo completamente impermeabile diventa anche la risposta giusta anche in tutte le stanze umide quali bagni, cucine e lavanderie.

Il pvc è anche perfetto per le camere dei bambini in virtù della sua silenziosità al calpestio, le sue caratteristiche di antiscivolosità e resistenza all’usura.

Un ulteriore punto di forza sta nel fatto che i pavimenti vinilici ad effetto legno, differentemente dal parquet classico, non sono intaccati dall’azione della luce solare e quindi mantengono inalterate nel tempo le loro qualità estetiche.
In fine non è da sottovalutare il fatto che un pavimento in PVC sia totalmente riciclabile.

PAVIMENTI IN PVC A CLICK: CARATTERISTICHE E VANTAGGI


I pavimenti in PVC a click presentano alcuni vantaggi specifici rispetto a quelli adesivi: sono più stabili e resistenti, quindi idonei anche ad usi commerciali quali negozi e uffici. Hanno inoltre maggiore spessore e rigidità per cui si “legge” meno il fondo sottostante, ad es. le fughe della pavimentazione preesistente. La posa è ugualmente facile.

POSA IN OPERA DI UN PAVIMENTO IN PVC


Sia che si tratti di un pvc autoadesivo che di uno a click una delle caratteristiche vincenti di un pavimento in PVC è quello di essere estremamente facile da posare (si può fare anche da soli) riducendo così ulteriormente i costi di lavorazione.
Per prima cosa in tutti i casi bisogna controllare quale superficie dovremo pavimentare poiché il massetto o pavimento già esistente sottostante dovrà essere totalmente asciutto e senza tracce di umidità di risalita.

Se si deve fare una sovrapposizione bisognerà pulire e sgrassare molto attentamente il pavimento già presente e usare un livellante idoneo in caso di irregolarità nella superficie sottostante.

Per quanto riguarda la posa di un pavimento in PVC adesivo bisogna partire sempre dal centro della stanza togliendo la protezione adesiva, mettendo in posizione il prodotto e schiacciando dal centro verso i lati con forza; per le seguenti lame bisognerà procedere secondo la direzione di posa illustrata da una freccia sul retro del prodotto. Quando si giunge alle pareti dell’ambiente si procede al taglio della parte eccedente con un semplicissimo taglierino.

Nella posa di un pavimento in PVC a click può essere utile frapporre un idoneo materassino fra PVC e pavimentazione sottostante, al fine di assorbire meglio le piccole imperfezioni del fondo e di aumentare l’isolamento acustico e il confort.

Un pavimento in pvc adesivo è adatto per montaggio su riscaldamento a pavimento (fino a 28° gradi di temperatura) ma sono necessari piccoli accorgimenti in fase di posa quali la sospensione del riscaldamento per almeno 48 ore antecedenti e seguenti messa in opera.



FATTORI CHE INCIDONO SUL PREZZO DI UN PAVIMENTO IN PVC


Le caratteristiche tecniche da tenere in considerazione per i pavimenti in PVC, e che ne determinano il prezzo, sono soprattutto due: lo spessore e lo strato di usura. In generale più alti sono e più è pregiato il materiale.

In particolare: per i PVC adesivi di solito lo spessore è di 2mm e lo strato di usura è di 0,2mm. Non consigliamo di scendere sotto questi spessori.

Per i PVC a click invece lo spessore di solito va da 3,2 a 5 mm e lo strato di usura da 0,2 mm a 0,55 mm. Quanto più è alto lo strato di usura, tanto più resistente è il prodotto a graffi, calpestio etc. Lo spessore invece aiuta a dare rigidità e stabilità. Il prezzo di un PVC a click è quindi più alto di quello di un PVC adesivo ma questo a fronte di un prodotto molto più resistente e duraturo.

LA MANUTENZIONE DI UN PAVIMENTO IN PVC


Grazie al suo strato di protezione in superficie un pavimento in PVC gode di grande resistenza ad urti e macchie e la sua manutenzione è molto facile: si può fare una pulizia quotidiana con acqua tiepida e un detergente neutro.

Questa tipologia di pavimento come già detto è estremamente resistente all’acqua, agli urti e alle macchie ma teme molto sostanze tipo solventi, acetone e trielina che possono danneggiarlo molto e per ciò è necessario scegliere con cura i prodotti per la detergenza.

Un’ulteriore attenzione va dedicata ai rischi di danni alle superfici derivanti da elementi appuntiti quali spigoli di mobili e puntali di sedie: in questi casi consigliamo l’uso di dischetti protettivi.