Utilizzi e sistemi di posa del gres porcellanato per esterni spessore 20mm Xout

XOUT è una collezione esclusiva di gres porcellanato per esterni di spessore 20 mm. Questa caratteristica dimensionale, unita alle elevate prestazioni tecniche del gres porcellanato, garantisce la realizzazione di pavimentazioni assolutamente stabili, durature, di altissima qualità.
Le piastrelle spessore 20mm sono ideali per realizzare pavimentazioni esterne sia in ambito pubblico che privato: parchi e aree urbane, zone esterne di esercizi commerciali, vialetti pedonali e carrabili, terrazze, balconi, piscine, parcheggi.



Un prodotto versatile e sicuro, che permette di valutare la migliore soluzione di posa per la propria specifica situazione: da una più tradizionale posa a colla, a quella su sabbia o ghiaia, alla spettacolare posa su erba ed ancora alla posa sopraelevata mediante supporti fissi o regolabili.



Le piastrelle in gres porcellanato per esterni spessore 20mm sono disponibili in molte finiture diverse: nuovi effetti pietra «di tendenza», nuovi legni, cementi moderni, la rivisitazione del tradizionale lastricato a “sanpietrino”. Una gamma ampia sia per finiture che per formati, dal più contenuto 45x45cm fino ai grandi formati quali il 40x120cm o il 50x100cm, che rende le piastrelle XOUT ideali per creare esterni dal sapore tradizionale o più contemporaneo, sia in ambito residenziale che commerciale.

Vediamo ora in dettaglio le diverse tipologie di posa e come realizzarle.


POSA SU ERBA O “PASSO GIAPPONESE”



L’installazione a secco su erba, detta anche «passo giapponese», è uno dei sistemi di posa più diffusi e apprezzati, che consente di creare spazi dall’aspetto molto naturale e di grande effetto scenografico.
È ideale per creare camminamenti o aree calpestabili, in giardini residenziali o pubblici.


Modalità di esecuzione:
  1. Scavare un letto di circa 5/6cm di profondità, della dimensione della piastrella scelta.
    La piastrella dovrà essere posizionata più in basso del manto erboso per consentire il passaggio del tosaerba e per evitare il rischio di inciampare.
    In caso di posa a «passo giapponese», si raccomanda di calcolare prima il numero di passi necessari per completare il camminamento.
  2. Stendere uno strato di circa 3cm di ghiaia con granulometria compresa fra i 3 e i 6mm, quindi compattarlo per rendere il fondo più stabile.
  3. Posizionare la piastrella sulla ghiaia.



POSA SU GHIAIA



L’installazione a secco su GHIAIA è una soluzione pratica e versatile, che consente di creare pavimentazioni esterne senza utilizzare cemento o colla.
È ideale per realizzare camminamenti e aree calpestabili dal design contemporaneo.


Modalità di esecuzione:
  1. Scavare uno strato di 10-20 cm di profondità della misura dell’intera area da posare.
  2. Delimitare quindi quest’area mediante un cordolo in cemento o legno (se non già presente).
  3. Stendere uno strato di pietrisco compatto di granulometria mista 16-35 mm per circa 10 cm di profondità.
  4. Inserire uno strato di TNT.
  5. Stendere uno strato di ghiaia ben livellata, granulometria 4-8 mm, per circa 10 cm di profondità.
  6. Posizionare la piastrella sulla ghiaia.



POSA SU SABBIA




L’installazione a secco su SABBIA è ideale soprattutto negli stabilimenti balneari per creare camminamenti, ed è la soluzione più pratica e flessibile in quanto consente la ricollocazione delle piastrelle in qualsiasi momento.


Modalità di esecuzione:
  1. Livellare il fondo sabbioso.
  2. Posizionare le piastrelle scelte a seconda dell’estetica che si vuole ottenere.



POSA SOPRELEVATA




L’installazione tramite posa soprelevata è un sistema molto flessibile e innovativo che permette di installare le piastrelle in sovrapposizione ad un pavimento esistente e che, grazie al sistema di supporti portanti, fissi o regolabili, offre la possibilità di ispezionare in qualsiasi momento eventuali tubazioni o impianti sottostanti.
Molto consigliata per terrazze, balconi, attici e in generale per tutte le superfici che hanno locali sottostanti, in quanto consente di intervenire in modo facile ed economico per riparare eventuali infiltrazioni.


Modalità di esecuzione:
  1. Preparare il tradizionale sottofondo in massetto per esterno (con adeguata pendenza, impermeabilizzazione, ecc).
  2. Opzionale: inserire un pannello termoisolante di adeguata densità sopra al massetto.
  3. Disporre i supporti da esterno, fissi o regolabili, 5 o più per ogni piastrella a seconda della dimensione della stessa.
  4. Posizionare le piastrelle sui supporti.




  1. Terreno o struttura portante
  2. Massetto con pendenza adeguata
  3. Strato di impermeabilizzazione
  4. Strato termoisolante
  5. Pannello termoisolante opzionale
  6. Supporto da esterno, fisso o regolabile
  7. Piastrella Xout spessore 20mm




NB: attualmente non esiste una normativa specifica per i pavimenti sopraelevati da esterno. Iperceramica raccomanda di rimandare al professionista incaricato l’attenta valutazione del progetto.


POSA SU MASSETTO CON COLLA




L’installazione tradizionale su massetto con colla è particolarmente indicata nelle zoni carrabili, come garage, parcheggi, aree cortilive, in quanto garantisce una pavimentazione stabile, duratura, non soggetta a spostamenti.
Molto indicata è anche per i marciapiedi perimetrali all’abitazione e per i vialetti di accesso.



  1. Preparare il tradizionale sottofondo in massetto per esterno.
  2. Posare la piastrella selezionata con un collante per esterni seguendo le istruzioni del produttore dello stesso, ed eseguendo la tecnica della doppia spalmatura.